I sogni del lago salato

In vista del voto referendario sulle trivellazioni in mare del 17 aprile, abbiamo organizzato un’iniziativa di sensibilizzazione che provasse ad essere un po’ più originale degli innumerevoli dibattiti che si sono già susseguiti in città negli scorsi giorni.

Mercoledì 13 dalle h. 18:00 al Laurentianum di Mestre, proporremo una proiezione gratuita de “I Sogni del lago Salato”, bellissimo e suggestivo film di Andrea Segre ambientato sulle rive del Mar Caspio, martoriate dagli impianti estrattivi.

Il film verrà preceduto da un breve confronto fra lo stesso regista, il nostro Gianfranco e la consigliera comunale Francesca Faccini, mentre della moderazione mi occuperò io.

Allego la locandina dell’ iniziativa che vi chiedo di diffondere quanto più possibile ed alla quale, naturalmente vi invito calorosamente a partecipare!

Un caro saluto a tutte/i

Mattia Orlando

Capitalismo vs Clima. Un incontro col regista Avi Lewis

UnknownTHIS CHANGES EVERYTHING
dal libro di Naomi Klein
un film sui cambiamenti climatici

SABATO 28 NOVEMBRE 2015

alle ore 17 al centro culturale Candiani Mestre
proiezione e incontro col regista Avi Lewis 

 

iniziativa organizzato dalla Municipalità di Marghera
in collaborazione con le associazioni Airis e In Comune
  
A pochi giorni dall’inizio della COP21, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e dalla Global Climate March del 29 novembre, in anteprima la proiezione di alcuni estratti del film di Avi Lewis, tratto dal best seller di Naomi Klein sul climate change. Tutte e tutti sono invitati a partecipare. L’ingresso è libero.
 

Il nostro sistema economico e il Pianeta sono in guerra: il clima necessita di una drastica contrazione del consumo di risorse per evitare il collasso; il sistema produttivo necessita invece di incrementarne lo sfruttamento [Naomi Klein – This changes everything]

“This changes everything. Capitalism vs. the climate”: un film di Avi Lewis (info qui) tratto dal best seller di Naomi Klein, per raccontare la più stridente contraddizione dell’attuale modello produttivo: stravolgere gli equilibri ecologici del Pianeta o rivoluzionare sé stesso. Una rivoluzione che significherebbe però ribaltare la natura del capitalismo, ristrutturando il sistema economico secondo principi di giustizia ambientale e sociale. Cambiare tutto per non cambiare il clima, sembra questa l’unica via per salvare il Pianeta e chi lo abita da una catastrofe diluita nel tempo ma annunciata nella sua gravità dagli sconvolgimenti climatici e dalle loro conseguenze.

 A pochi giorni dalla COP21, la Municipalità di Marghera – in collaborazione con le Associazioni AIRIS e “in comune” – propone presso il Centro culturale Candiani a Mestre  un momento di riflessione e dibattito attraverso la proiezione di alcuni estratti del film e l’incontro con il regista Avi Lewis, un’occasione per capire meglio cosa è veramente in gioco alla Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici che si terrà a Parigi a partire dal 30 novembre. La presenza del regista di“This changes everything” a Venezia precede  l’appuntamento che i movimenti si sono dati nelle città di tutto il mondo il 29 novembre per la Global March for Climate (info qui). 

Ci ritroviamo di fronte ad una scelta difficile: lasciare che i cambiamenti climatici stravolgano tutto il nostro mondo o stravolgere radicalmente la nostra economia. Ma dobbiamo essere molto chiari: a causa di decenni di rifiuto collettivo del problema, adesso non sono possibili soluzioni graduali. [Naomi Klein – This Changes Everything]

Incontro con Ida Dominijanni

Mercoledì 18 novembre, alle ore 17,00 presso la saletta seminariale della Biblioteca Civica di Mestre (Villa Erizzo, Piazza Donatori di Sangue 10), avrà luogo l’incontro con Ida Dominijanni, giornalista, saggista e docente di teoria femminista, autrice de Il Trucco. Sessualità e biopolitica nella fine di Berlusconi (Ediesse, 2014). Il libro si articola intorno alla lettura, l’interpretazione e il giudizio politico del ventennio appena trascorso, dei tentativi egemonici del neoliberismo, operati attraverso lo scambio tra sesso-potere-denaro, e della risposta femminile e femminista al berlusconismo.il trucco_copertina
Introduce Luana Zanella. Dialogano con l’autrice: Giuseppe Caccia, Tiziana Plebani, Laura Guadagnin, Nadia Lucchesi, Alessandra De Perini, Franca Marcomin, Maria Teresa Menotto, Luisella Conti e chiunque vorrà prendere la parola in contesto.
Si tratta del primo appuntamento di un ciclo di incontri, organizzati per aprire un confronto sulla crisi di civiltà che accompagna la caduta del patriarcato e rendere visibile il nuovo ordine simbolico che si sta costituendo attraverso le pratiche di libertà e le forme politiche inventate dal femminismo. Promuovono l’iniziativa le aderenti al “Gruppo di lavoro sul governo femminile”, nato due anni fa all’interno della Consulta delle Cittadine e orientato a portare avanti la scommessa di “un passo avanti d’autorità”.

Appuntamento con Landini e la Coalizione Sociale a Venezia

“Migranti, accoglienza, solidarietà, uguaglianza e diritti per tutti” è il tema dell’incontro regionale che si svolgerà martedì 13 ottobre, alle ore 14,30 nell’aula magna del liceo artistico Guggenheim di Venezia. Tra i partecipanti, Giuseppe Di Marzo, don Albino Bizzotto, Iside Gjergji. A tirare le conclusioni sarà Maurizio Landini, segretario generale della Fiom.

a4_coalizione_ass_regionale_13_ottobre_2015 corretto

“Beni comuni. Storia e presente”. Due incontri a Marghera

Un’isola della laguna a chi appartiene? Risorse come la terra, l’acqua, il paesaggio a chi appartengono? Come e da chi possono essere gestite? Si parlerà di “Beni comuni. Storia e presente” nei due incontri in programma venerdì 9 e 16 ottobre alle ore 16.30 nella biblioteca di Marghera (piazza Mercato 40/b): un’occasione per riflettere sui vari significati del termine “beni comuni” e sull’uso delle risorse collettive a partire anche dal confronto con esperienze storiche.

A introdurre il tema nel primo incontro, dopo i saluti del presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, sarà Carlo Miclet di storiAmestre. Seguiranno gli interventi di Giacomo Bonan (storiAmestre) su “Beni comuni, significati diversi”, Lucio Sponza (storiAmestre) su “Common lands” e storia dell’Inghilterra, e Luca Pes (Venice International University) che proporrà una riflessione su “Privatizzare Venezia. L’ideologia del progettista imprenditore”.

L’appuntamento di venerdì 16 sarà invece introdotto da Maria Giovanna Lazzarin di storiAmestre. Interventi a cura di Claudio Lorenzini (Università di Udine), “Fra l’utile e l’inutile. Le risorse forestali nell’area alpina orientale in età moderna: il caso friulano”; Nadia Carestiato (Università di Udine), “La gestione dei beni comuni: l’esperienza delle proprietà collettive”; Anna Maria Stagno (Universidad del País Vasco – Università di Genova) e Vittorio Tigrino (Università del Piemonte Orientale), “Il percorso dell’acqua: storia e archeologia della condivisione di una risorsa nell’Appennino Ligure”.

L’ingresso è libero. Per informazioni: 041922083, email biblioteca.marghera@comune.venezia.it